• IT  EN
  • A conversation with... Salvatore Ambrosi

    A conversation with... Salvatore Ambrosi



    I meet Salvatore Ambrosi in his workshop of Via Nicotera 103, right behind Piazza del Plebiscito, in a working-class neighbourhood beside the rich Chiaia. Salvatore's shop is a shock to the eye. It's decorated with such simple furnishings that you would never expect it to be where expert artisans turn out trousers for the world's wealthiest men and exclusive Asian buyers. After seeing the hardworking people that he employs and the quality of their production, it all seems to make sense. Salvatore, 33 years old, started this craft at only 8, with his father in that same workshop, in Montecalvario, in a maze of alleys with tiny apartments, where the piecework is still in use.
    Incontro Salvatore Ambrosi nel suo laboratorio di Via Nicotera 103, alle spalle di piazza del plebiscito, in un quartiere popolare a ridosso della ricca Chiaia. L’impatto è inaspettato: una realtà modesta, a conduzione familiare, fatta di arredi semplici e duro lavoro. A prima vista non si direbbe che in quel laboratorio vengono creati i pantaloni dei più importanti buyer asiatici e dei gentiluomini eleganti e facoltosi di mezzo pianeta, ma basta un’occhiata al prodotto per fugare ogni dubbio. Salvatore oggi ha 33 anni e all’età di otto ha iniziato il mestiere del pantalonaio con suo padre, proprio lì in quel laboratorio, nel quartiere Montecalvario, in un dedalo di stradine sulle quali affacciano case al piano terra in cui si mantiente ancora viva l’antica tradizione del lavoro a cottimo.


    More - Altro 

    After an internship at Kiton, he occasionally works for some Neapolitan tailors shops. Then he encounters Michael Alden, a bespoke specialist, who publishes a post about him on his blog The London Lounge. Soon after, a rapid and unexpected course of events, and Salvatore meets some of the most influential buyers from China, Japan and Korea, who will pave the way for him on the big and demanding Oriental market. Seven years ago, the first trip to New York to meet two private customers. “I didn’t even speak a word of English – he tells – so I bought a flight ticket for my uncle, emigrant to Baltimore, so that he could help me with the language.”


    Dopo un periodo di apprendistato da Kiton, lavora saltuariamente per varie sartorie napoletane. Poi un giorno l’incontro con Michael Alden, esperto cultore dell’alta sartoria, che sul suo blog The London Lounge pubblica un post su di lui. Di lì, una successione di eventi, tanto rapida quanto insperata, e Salvatore conosce alcuni tra i più influenti buyer cinesi, giapponesi e coreani che gli schiuderanno le porte del grande mercato asiatico.Sette anni fa il primo viaggio a New York per incontrare due clienti privati: “Non parlavo nemmeno una parola di inglese – racconta – allora ho acquistato un biglietto aereo anche per mio zio, emigrante a Baltimora, affinché mi aiutasse con la lingua”. 



    Despite his reputation as one of the best trouser makers in the world, Salvatore remains a genuine and cheerful person - humble, but proud of the quality of his product. “Some buyers even place orders for several hundred thousand Euros. You work for them for an entire year, but then they might abandon you to offer different brands to their clientele” - he comments while speaking of the drawbacks of this craft. Among others, he collaborates with Villa del Korea of Seoul, Tie your Tie of Tokyo and The Armoury of Hong Kong, high-flown ambassadors of the made in Italy in the East. His private customers come from fifteen countries in the world, like New York, California, United Kingdom and Germany.

    Salvatore, da molti considerato il miglior pantalonaio al mondo, resta una persona genuina, sicuro della forza del suo prodotto. “Alcuni buyer ti fanno ordini anche per centinaia di migliaia di Euro, quindi per un anno lavori solo per loro, ma poi possono abbandonarti di lì a poco per garantire un ricambio di brand alla clientela” dice a proposito degli inconvenienti di questo mestiere. Tra gli altri, collabora attualmente con Villa del Corea a Seoul, Tie your Tie a Tokyo e The Armoury ad Hong Kong, altisonanti ambasciatori del lusso made in italy in Oriente. I suoi clienti privati provengono, invece, da ben 15 paesi nel mondo tra cui New York, California, Regno Unito e Germania.





    Interestingly enough, Salvatore doesn’t disregard the direct contact with his customers: in addition to his trips all over the world, he still sews the trousers, availing himself of the collaboration of the father and of some accurately-selected tailors, both internal and external. Given the high demand, delivery time is three months.

    È interessante sottolineare che Salvatore non prescinde dal contatto diretto con i suoi clienti: oltre alle pubbliche relazioni che lo portano a viaggiare di continuo, cuce infatti di sua mano i pantaloni, avvalendosi della collaborazione del padre e di altri pochi sarti, interni ed esterni al laboratorio, accuratamente selezionati. A causa dell’alta domanda, i tempi di consegna all’estero sono di tre mesi. 



    At the beginning of the year he informs the shops about his availability; once there, he takes measurement of the customers, makes the trousers back in Italy and comes back to the shop just for the first fitting. The whole process is done without delegating anything. Eight working-hours are needed to make an Ambrosi trouser, that even features an hand-stitched center-back, because, he explained, with the hand you can create a curved line, something that no machine in the world can reproduce.
    A inizio anno comunica ai negozi le date in cui può viaggiare; una volta sul posto, prende le misure ai clienti inseriti in una customer list e, creato il pantalone in Italia, torna in Oriente solo per la prima prova. Il tutto senza delegare nessuna mansione. Otto ore lavorative sono necessarie per creare un pantalone, in cui anche il centro-dietro è cucito a mano, perché, mi spiega, con la lavorazione a mano si può creare una linea curva, cosa che nessuna macchina al mondo potrebbe riprodurre.



    Salvatore Ambrosi, Gianluca Migliarotti, Gennaro Formosa










    If you like what we are doing here, please consider following us on Facebook - Tumblr - Twitter - Instagram

    Ambrosi Napoli,Via Nicotera 10380132 - Napoli

    Thanks for visiting,Fabio


    Ph. Credits: Ambrosi Napoli, http://ethandesu.com/ http://cadeandco.tumblr.com/ http://thearmoury.tumblr.com/ http://lnsee.tumblr.com/
    Bespoke Tips: Traditional shaving techniques - Boellis
    Articoli correlati
    Antonio Pio Mele

    Iscriviti alla newsletter